BuonoBus

Auto e Motori

Auto elettriche: cosa c’è da sapere

Quando si parla di auto elettriche non è raro ritrovarsi a fronteggiare dei veri e propri falsi miti, che a volte riguardano le prestazioni e l’autonomia di questi modelli. L’evoluzione del mercato negli ultimi anni sta contribuendo a sfatare queste errate convinzioni. Ha contribuito anche l’arrivo di veicoli come Audi e-tron GT, la nuova auto elettrica Audi con prestazioni sportive che la rendono un vero must per molti appassionati.

In questo articolo abbiamo deciso di fare chiarezza, dando ai lettori tutte le informazioni più utile per fare i primi passi nel mondo della mobilità elettrica.

Come funziona la ricarica?

Una delle prime domande che vengono poste da chi vuole saperne di più sulle auto elettriche è la procedura per la ricarica. Esistono diverse soluzioni.

La prima possibilità è quella di caricare la batteria dell’automobile direttamente nel proprio box o nel proprio cortile. Basta collegare l’apposito cavo alla normale presa della corrente, senza dover effettuare nessun tipo di lavoro aggiuntivo. La ricarica in questo caso non è molto veloce, perché la comune presa domestica non riesce a gestire un carico maggiore di energia elettrica.

Per questo motivo sono nati degli specifici accessori, chiamati wallbox. Vanno installati sulla presa, e permettono di accelerare la carica. Da un punto di vista legale possiamo chiedere l’installazione anche in un cortile condominiale, l’importante è rispettare tutte le norme previste dal condominio, come ad esempio l’approvazione da parte di una assemblea.

In alternativa possiamo rifornirci di energia elettrica direttamente in strada, fermandoci in apposite postazioni di ricarica. Nelle grandi metropoli non è un problema trovare questi spazi, e il loro numero è in crescita anche nei comuni più periferici. Uno dei principali vantaggi di queste colonnine stradali è la ricarica veloce: bastano pochi minuti per ottenere una buona percentuale di carica e riprendere il nostro viaggio.

Per trovare le postazioni si possono usare delle applicazioni da scaricare sullo smartphone. Possono esserci utili per programmare le soste durante i nostri viaggi.

Qual è la reale autonomia delle auto elettriche?

L’autonomia delle macchine elettriche dipende molto dal modello che abbiamo intenzione di acquistare. A bordo troviamo una batteria agli ioni di litio, che riesce a accumulare energia in un volume ridotto ed è pronta a durare per molto tempo. Diversi modelli hanno la frenata rigenerativa, una tecnologia che trasforma l’energia cinetica emessa mentre stiamo frenando in energia elettrica per la nostra batteria.

Oggi sono disponibili modelli che con una sola carica possono percorrere molte centinaia di chilometri, in alcuni casi anche più di 400. Una simile autonomia è utile sia per i nostri viaggi, sia nella vita di tutti i giorni. In base al tipo di uso che facciamo dell’auto potremmo avere bisogno di non più di 5 o 6 cariche complete al mese.

Sono convenienti economicamente?

Sul lungo periodo le auto elettriche possono rivelarsi molto convenienti per diversi motivi. Il motore è molto efficiente e i consumi sono ridotti, grazie all’assenza di sprechi. In più è stato calcolato che a parità di chilometri percorsi con le macchine elettriche si spende molto meno. La percentuale è variabile a seconda dei modelli.

A ciò si aggiungono diversi vantaggi. A livello burocratico abbiamo diritto a una esenzione dal pagamento del bollo auto per i primi cinque anni, per poi avere uno sconto del 75% a partire dal sesto anno. I parcheggi blu sono gratuiti in molti comuni italiani.

Infine non bisogna dimenticare che in fase di acquisto si possono richiedere gli ecobonus per l’acquisto di auto con emissioni basse o nulle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *