BuonoBus

Auto e Motori

Flotte aziendali: consigli e suggerimenti per il settore business

Il panorama automobilistico è in costante evoluzione, con lo sviluppo di nuovi modelli e l’arrivo di nuove formule per la propria mobilità. In ambito aziendale sono nate diverse opzioni per chi vuole realizzare una flotta, come nel caso di Audi For Business, che offre soluzioni vantaggiose e convenienti.

Di seguito troverete alcuni utili consigli e suggerimenti su come ottenere una flotta efficiente e su misura per le vostre necessità.

Le principali formule

Acquistare da zero una intera flotta aziendale è possibile, ma potrebbe risultare molto dispendioso, soprattutto per una impresa nata da poco e con poca liquidità disponibile. Per questo oggi sono disponibili delle tipologie di contratto che consentono di dividere il costo in un numero preciso di versamenti mensili. In alcuni casi potrebbe essere richiesto un anticipo iniziale, variabile in base al tipo di veicolo.

Le soluzioni più note sono il leasing e il noleggio a lungo termine, e sono disponibili sia per i veicoli commerciali, sia per le semplici automobili.

Noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine funziona come un noleggio a tutti gli effetti. La differenza principale rispetto al classico noleggio a breve termine, che di solito dura per qualche giorno o al massimo per qualche settimana, è proprio nella durata, difficilmente inferiore ai 24 mesi.

Quando il noleggio si conclude l’auto va riconsegnata, e non sono disponibili formule per un eventuale riscatto finale. In questo modo possiamo cambiare facilmente i veicoli che compongono la flotta, così da essere ogni volta a bordo di veicoli nuovi e aggiornati.

Gli accordi di noleggio sono l’ideale per coloro che preferiscono derogare il più possibile. In molti casi sono le aziende che gestiscono il noleggio a occuparsi di tutto ciò che riguarda il mantenimento del veicolo, come la manutenzione e il pagamento dell’assicurazione.

Leasing

Il leasing a un primo sguardo potrebbe sembrare piuttosto simile al noleggio. Anche in questo caso la proprietà del mezzo non passa alla nostra azienda, ma resta a chi fornisce il servizio. La differenza rispetto al noleggio è nella possibilità, quando il contratto termina, di acquistare la vettura, versando un riscatto finale.

Può essere una buona alternativa per coloro che preferiscono scegliere se proseguire con un nuovo accordo di leasing o se invece ottenere i veicoli in via definitiva.

Le nuove tendenze

Oggi molte realtà aziendali sono alla ricerca di opzioni che consentano di ridurre il più possibile i consumi. La diminuzione dei consumi consente di ottenere un duplice risultato: da un lato i nostri spostamenti producono una minore quantità di gas serra, dall’altro il costo dei nostri viaggi diminuisce.

Per poter ridurre sensibilmente i consumi le principali soluzioni adottate dalle imprese sono due: il corporate car sharing e le auto ibride e elettriche.

Condividere e ottimizzare

Condividere i veicoli che compongono la flotta aziendale consente di abbattere di molto i consumi. Per farlo si utilizzano degli specifici software che ci aiutano a organizzare al meglio il lavoro e gli spostamenti all’interno dell’azienda, grazie anche alla tecnologia smart.

Il concetto di car sharing proviene dal settore privato, ed è stato efficacemente adattato anche al settore business.

Zero emissioni

Le auto elettriche sono prive di emissioni, perché non utilizzano alcun tipo di combustibile fossile. A muoverle è una efficiente batteria agli ioni di litio, che possiamo ricaricare collegando i veicoli direttamente alla corrente elettrica.

Quando si sceglie di aggiornare la flotta con questi modelli consigliamo di installare delle apposite colonnine di ricarica nella rimessa o nel cortile aziendale, così da permettere ricariche più veloci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *